UNI 8065:2019 Lavaggio dell’impianto in breve

Dal 18 Luglio 2019 è entrata in vigore la nuova norma UNI 8065: “Trattamento dell’acqua negli impianti per la climatizzazione invernale ed estiva, per la produzione di acqua calda sanitaria e negli impianti solari e termici”.

La nuova norma UNI 8065 2019 precisa che il lavaggio è obbligatorio in occasione di ogni modifica sull’impianto, come la sostituzione della caldaia; un lavoro indispensabile per evitare di danneggiare i nuovi scambiatori, spesso con passaggi acqua molto più stretti dei vecchi modelli, che faceva già parte

delle condizioni di garanzia della maggior parte dei produttori. Inoltre, i limiti per i vari metalli presenti nell’impianto sono chiaramente fissati, mentre nella versione precedente si parlava genericamente di “acqua pulita” e “limpida”, pertanto se l’acqua non corrisponde ai parametri prescritti sarà comunque necessario un lavaggio.

La nuova norma UNI 8065 2019 precisa che il lavaggio è obbligatorio in occasione di ogni modifica sull’impianto, come la sostituzione della caldaia; un lavoro indispensabile per evitare di danneggiare i nuovi scambiatori, spesso con passaggi acqua molto più stretti dei vecchi modelli, che faceva già parte delle condizioni di garanzia della maggior parte dei produttori. Inoltre, i limiti per i vari metalli presenti nell’impianto sono chiaramente fissati, mentre nella versione precedente si parlava genericamente di “acqua pulita” e “limpida”, pertanto se l’acqua non corrisponde ai parametri prescritti sarà comunque necessario un lavaggio.

Essendo una norma UNI non è obbligatoria ma esistono decreti come il DM 26 giugno 2015, che la prendono come riferimento rendondola cogente.

La modifiche sostanziali sono:

  • Obbligo di installare un filtro di sicurezza all’ingresso del circuito di riscaldamento e/o produzione acqua calda sanitaria.
  • Obbligo di istallare un filtro defangatore sul ritorno del circuito di climatizzazione.
  • Obbligo di effettuare il lavaggio dell’impianto di climatizzazione ad ogni modifica dello stesso (es. sostituzione generatore di calore).
  • Obbligo di effettuare sempre un condizionamento chimico.
  • Per impianti con potenzialità maggiore di 100 kW è obbligatorio l’installazione di un addolcitore per portare la durezza tra i 5 e i 15°f.
  • Vengono estesi i controlli periodici sull’acqua d’impianto
Articolo Precedente

Utilizzo Bombole GAS GPL, Ecco cosa Dice la Normativa Vigente