Scarico a tetto e a parete: novità dal 1 settembre 2013

Scarico a tetto e a parete: novità dal 1 settembre 2013

Per impianti termici installati ex novo e a sostituzione della caldaia esistente, a partire dal 1 settembre 2013 – in tutte le tipologie di immobili – vige l’obbligo di scaricare a tetto.

Le deroghe previste solo per: 

sostituzioni di impianti aventi scarico a parete (o in canna ramificata) già esistenti prima del 1 settembre; nel caso di case storiche/stabili vincolati;di fronte all’impossibilità tecnica di sbocco a tetto, asseverata da un progettista. In tali casi, è ammesso lo scarico a parete, purché s’installino generatori di calore a gas (secondo norme UNI) ad alta prestazione energetica e basse emissioni (Caldaie a Condensazione).

La Manutenzione, una sana equazione per la sicurezza e la tutela dell’Ambiente

La Manutenzione, una sana equazione per la sicurezza e la tutela dell’Ambiente

Caldaia efficiente = + Sicurezza + Risparmio – Inquinamento

Una caldaia efficiente dà tanti benefici. Le famiglie italiane sono responsabili del 27 % delle emissioni di gas inquinanti nel paese e il 10% viene dagli impianti di riscaldamento. Bastano un po’ di attenzione e semplici gesti per garantire ai nostri figli un mondo migliore e sicuro. La manutenzione degli impianti è obbligatoria, ma soprattutto un segno di civiltà.

Al cittadino-Utente la manutenzione serve per:

  • garantire maggiore sicurezza contro il rischio di incidenti domestici (esplosioni, incendi ed intossicazioni);
  • ridurre la spesa di combustibile, con minori consumi energetici;