Alcuni consigli per ridurre i consumi, risparmiare ed aiutare l’Ambiente

Alcuni consigli per ridurre i consumi, risparmiare ed aiutare l’Ambiente

Con l’arrivo del freddo si accendono i riscaldamenti e torna a far sentire il suo peso sul portafoglio la bolletta del gas. Se da un lato il prezzo dell’energia aumenta, trainato dal caro-greggio, dall’altro è possibile ridurre il consumo (e la bolletta) adottando comportamenti più razionali. Il riscaldamento è una delle principali spese di gestione di una casa. Si stima che ogni famiglia spenda ogni anno circa 1.300-1.500 euro sulla bolletta del gas per il riscaldamento. A questo si aggiunge il costo della caldaia e della manutenzione. E’ quindi opportuno utilizzare con moderazione il riscaldamento in casa. Ecco una lista di consigli pratici per ridurre la spesa del riscaldamento:

PER ESSERE IN REGOLA CON LA CALDAIA. LA NORMATIVA

PER ESSERE IN REGOLA CON LA CALDAIA. LA NORMATIVA

Mantenere l’impianto di riscaldamento della propria abitazione sempre efficiente ed in regola è semplice. Basta seguire le norme di gestione e manutenzione previste della legge (D.P.R. n. 412 del 1993 e D.P.R. n. 551 del 1999), per ridurre consumi e rischi in casa. Inoltre, una costante manutenzione sugli impianti comporta minori spese per consumi, migliore qualità dell’aria e maggiore sicurezza degli impianti stessi.

Gli interventi di manutenzione devono essere eseguiti da un’impresa abilitata ai sensi della Legge 46/90. Gli adempimenti dipendono dalla potenza dell’impianto termico. Per le caldaie con potenza uguale o inferiore a 35 KW, in genere le caldaie singole, la normativa prevede che venga effettuato:

Servizio di Richiesta Intervento via WEB

Servizio di Richiesta Intervento via WEB

La Multitherm mette a disposizione dei propri clienti la possibilità di effettuare una richiesta di Assistenza Tecnica non solo con il consueto metodo telefonico, ma anche utilizzando il form on-line.

Queste le modalità:

compilare il FORM di Richiesta intervento via WEB in tutte le sue parti e il nostro personale vi contatterà per stabilire un appuntamento. Si raccomanda la compilazione completa, inserendo il modello e il difetto riscontrato della Caldaia o del Condizionatore.

Norme per l’attuazione del Piano energetico nazionale. Legge 10/91

Norme per l’attuazione del Piano energetico nazionale. Legge 10/91

Legge 9 gennaio 1991, n. 10 (aggiornata con le modifiche apportate dal DLgs 192/05)

Scarica la “Legge 10/91″ (244 Kb)
“Norme per l’attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell’energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia.”
Pubblicata su: S.O. n. 6 a G.U. n. 13, 16/01/91
Riguardante: Risparmio energetico

Norme sull’iinstallazione, ampliamento e trasformazione degli impianti nel rispetto delle norme di sicurezza. DPR 392/94

Norme sull’iinstallazione, ampliamento e trasformazione degli impianti nel rispetto delle norme di sicurezza. DPR 392/94

Decreto del Presidente della Repubblica 18 aprile 1994, n. 392 Scarica il “D.P.R. 392_1994” (172 Kb)
“Regolamento recante disciplina del procedimento di riconoscimento delle imprese ai fini della installazione, ampliamento e trasformazione degli impianti nel rispetto delle norme di sicurezza.”
Pubblicato su: G.U. n. 141, 18/06/1994
Riguardante: Attività impiantistica (L. 46/90) – Imprese – Requisiti tecnico-professionali – Verifiche

Richiesta Assistenza via WEB

Richiesta Assistenza via WEB

Dal 12 Agosto al 28 Agosto 2009 sarà possibbile effettuare una richiesta di assistenza escusivamente per il reparto RISCALDAMENTO (solo caldaie) anche durante il periodo di ferie dell’azienda. Il servizio sarà considerato come urgente ed avrà un sovraprezzo sull’intervento.

Queste le modalità:

compilare il FORM di Richiesta via WEB in tutte le sue parti e il nostro personale vi contatterà per stabilire un appuntamento. Si raccomanda la compilazione completa, inserendo il modello e il difetto riscontrato della Caldaia.

Libretto d’impianto o Centrale in base al DPR 412/93

Libretto d’impianto o Centrale in base al DPR 412/93

Dal 1° Agosto 1994, in base al DPR 412/93, tutti gli impianti termici, ovvero gli impianti di riscaldamento e di produzione centralizzata di acqua calda (vecchi e nuovi), devono essere dotati di un “Libretto di impianto” (se di potenza non superiore a 35 kW) o di un “Libretto di Centrale” (se di potenza superiore a 35 kW).
Il Libretto di impianto/di centrale dovrà essere debitamente compilato e firmato dal responsabile di impianto (cioè dall’occupante o dal Terzo Responsabile delegato), ed aggiornato annualmente con le varie operazioni di manutenzione periodica e/o straordinaria. Il responsabile di impianto dovrà conservare gli ultimi “Rapporti di Controllo e Manutenzione” e i risultati dell’ultima verifica di rendimento (“prova fumi” o analisi di combustione).

Manutenzione Periodica in base al Decreto legislativo 192/2005

Manutenzione Periodica in base al Decreto legislativo 192/2005

Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 scarica il “D.Lgs. 192/2005” (1.34 MB) e gli allegati: “All. a” (341 Kb); “All. b” (39 Kb); “All. c” (165 Kb); “All. d” (97 Kb); “All. e” (408 Kb); “All. f” (271 Kb); “All. g” (342 Kb); “All. h” (52 Kb); “All. i” (541 Kb); “All. l” (491 Kb); “Note” (1.13 Mb); scarica il ‘D.Lgs. 192/2005 AGGIORNATO’ (689 KB)
“Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell’edilizia”.
Pubblicato su: S.O. n. 158 a G.U. n. 222, 23/09/2005 ripubblicato, con note, nel S.O. n. 165 a G.U. n. 241, 15/10/2005
Riguardante:
Rendimento energetico in edilizia (Dir. 2002/91/CE)

il contratto di Manutenzione

il contratto di Manutenzione

Il nostro obiettivo,  è quello di rappresentare i veri consulenti dei nostri clienti per quanto riguarda l’impianto termico sanitario e di climatizzazione dell’immobile.

Sono stati predisposti una varietà di servizi atti a soddisfare le più svariate esigenze del mercato implementate con sinergie con ditte d’installazione nell’ottica di un servizio globale sull’impianto termico.

Perchè un C.A.T. ufficiale è meglio?

  • I nostri tecnici vengono periodicamente sottoposti a corsi di aggiornamento presso le “case costruttrici”
  • La conoscenza del prodotto che assistiamo è uno dei nostri ingrediente fondamebntale per la risoluzione rapida di tutti gli  interventi tecnici.